COMUNICATO STAMPA
Melicuccà (RC) 25.05.2018 

 

Tra Melicuccà e Montemurro:
LORENZO CALOGERO e LEONARDO SINISGALLI

In Calabria, un simbolico incontro tra Lorenzo Calogero e Leonardo Sinisgalli nei luoghi vissuti dal poeta di Melicuccà, in occasione della presentazione del saggio “La perfidia eleatica” di Giulia Dell’Aquila con studi su Sinisgalli, Ungaretti e Calogero.

Questo incontro evidenzia l’eredità culturale di due grandi poeti, figli illustri del nostro meridione troppo spesso dimenticato, ispirati e accomunati anche dalla originale bellezza dei loro paesi di origine. A quasi vent’anni dalle prime iniziative di riscoperta e promozione dell’opera poetica calogeriana, avviate dall’associazione culturale Villanuccia in collaborazione con il Comune di Melicuccà, si riporta all’attenzione del pubblico l’innovativa produzione poetica di Lorenzo Calogero e Leonardo Sinisgalli.

Domenica 27 maggio ore 18:30 in pieno centro storico di Melicuccà nella suggestiva ex chiesa di San Rocco e lunedì 28 maggio ore 11:00 a Palmi presso i giardini della Casa della Cultura “Leonida Repaci” con un incontro dedicato alle scuole, si terrà la presentazione del libro La perfidia eleatica. Studi su Leonardo Sinisgalli (Fondazione Leonardo Sinisgalli/Osanna Edizioni 2017) di Giulia Dell’Aquila, docente presso l’Università degli Studi di Bari e membro del Comitato tecnico-scientifico della Fondazione Sinisgalli.
Nel saggio si analizzano i rapporti tra Sinisgalli e Giuseppe Ungaretti, e lo scambio intellettuale avuto con Lorenzo Calogero, con importanti riflessioni sulla sua produzione poetica. Sarà interessante anche ricordare un giudizio espresso da Ungaretti su Calogero: “Lorenzo Calogero, con la sua poesia, ci ha diminuiti tutti”.

La presentazione del libro, occasione di approfondimento degli studi recenti sul poeta Lorenzo Calogero, diventa occasione di valorizzazione delle opere e degli scambi fra Calogero e Sinisgalli, quest’ultimo annoverato come lo “scopritore” del poeta di Melicuccà, nonché di sensibilizzazione verso la partecipazione del pubblico e delle scuole del circondario e allo stesso tempo di promozione culturale del territorio.

“Perfidia eleatica” è la tentazione da cui Sinisgalli, in una lettera a Giacinto Spagnoletti che accompagna una copia dei Nuovi Campi Elisi, emblematici di una nuova stagione poetica, ammette di essere più di sovente insidiato. “Perfidia” nell’accezione di ostinazione, pervicacia, fermezza nel sostenere le proprie idee e ragioni; “eleatica” con riferimento alla scuola filosofica di Elea nella Magna Grecia, che nella ricerca della verità si rifaceva a parametri razionali di chiarezza e necessità. La «perfidia eleatica» invocata da Sinisgalli – spiega la Dell’Aquila nell’Avvertenza che apre il suo volume – è dunque da intendersi come “la caparbietà nel perseguire e mettere in pratica le proprie idee di arte e letteratura, pur in contrasto con i tanti che non le condividono”, in particolare i “compagni ermetici”. Con lo stesso metodo rigoroso, l’autrice del volume realizza tre studi che, attraverso un’analisi della vicenda biografica di Sinisgalli, mirano ad ampliare la conoscenza della sua produzione poetica.
Nel primo studio si indaga infatti il rapporto con Giuseppe Ungaretti, cui Sinisgalli fu profondamente devoto per averlo “accreditato” come poeta fra la critica più autorevole. Nel secondo si esplora il legame con il medico calabrese Lorenzo Calogero, originale poeta attraversato dal dramma umano dell’isolamento che lo fa assurgere, agli occhi di Sinisgalli, a emblema della crisi della poesia nella società moderna. Il terzo studio, infine, analizza la produzione poetica di Sinisgalli a partire proprio dai “Nuovi Campi Elisi”, come momento di trapasso dalla «superba» età giovanile alla «decrepita» vecchiaia del poeta, che dà voce alle inquietudini e incertezze novecentesche.

Alla presentazione del volume, interverranno insieme all’autrice Giulia Dell’AquilaBiagio Russo direttore della Fondazione Sinisgalli, Franco Vitelli professore dell’Università di Bari e componente del Comitato tecnico-scientifico della Fondazione Sinisgalli. Interverranno inoltre Mario Di Sanzo, presidente della Fondazione Sinisgalli, Emanuele Oliveri, sindaco del Comune di Melicuccà, Giuseppe Ranuccio, sindaco del Comune di Palmi. Modera Nino Cannatà. Si prevede il coinvolgimento del pubblico con un reading di poesie.

L’iniziativa è a cura dell’associazione culturale Lyriks in collaborazione con la Fondazione Leonardo Sinisgalli, il Comune di Melicuccà, con il patrocinio del Comune di Palmi e della Città metropolitana di Reggio Calabria.


www.lorenzocalogero.it

www.fondazionesinisgalli.eu

 

PROGRAMMA

Tra Melicuccà e Montemurro:
LORENZO CALOGERO e LEONARDO SINISGALLI

***
domenica 27 maggio Melicuccà ore 18:30
ex chiesa San Rocco, piazza Tocco

lunedì 28 maggio Palmi ore 11:00
Giardini Casa della Cultura “Leonida Repaci”
alla presenza delle scuole del territorio

Presentazione del libro
LA PERFIDIA ELEATICA
di Giulia Dell’Aquila
Osanna Edizioni 2017/ Fondazione Leonardo Sinisgalli
intervengono
Biagio Russo direttore Fondazione Sinisgalli
Franco Vitelli Università di Bari
alla presenza dell’autrice Giulia Dell’Aquila Università di Bari

con i saluti di
Emanuele Oliveri sindaco Comune di Melicuccà
Giuseppe Ranuccio sindaco Comune di Palmi
Mario Di Sanzo presidente Fondazione Sinisgalli

modera Nino Cannatà
con reading poesie

Organizzazione e cura Lyriks
in collaborazione con Fondazione Leonardo Sinisgalli
Comune di Melicuccà

con il patrocinio di
Comune di Palmi
Città metropolitana di Reggio Calabria

 

Locandina Lorenzo Calogero - Leonardo Sinisgalli 2018

____________________________________________________________________________________________________

 

 

COMUNICATO STAMPA
Reggio Calabria 11 novembre 2016

 

Presentazione di anteprima nazionale

 

A ‘NTINNA, la festa arborea di Martone

a cura di Nino Cannatà

(libro + DVD) Squilibri editore

Martedì 22 novembre 2016 alle ore 16:30 nell’Aula Seminari del Dipartimento di Agraria, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, verrà presentato in anteprima nazionale il film documentario “A ’Ntinna, la festa arborea di Martone”. 

Con esso l’autore, Nino Cannatà, rende omaggio a una delle tradizioni popolari più antiche e suggestive della Calabria forestale e montana che ogni anno si rinnova nel territorio di Martone. Qui, una comunità di poco più di cinquecento abitanti, nel mese di Agosto per la festa di San Giorgio, rinnova il rito della ‘Ntinna. Dai boschi vicini vengono prelevati la cima di un pino e il fusto di un faggio che vengono poi trasportati in paese, legati insieme e innalzati come albero della cuccagna nella piazza centrale. La ’Ntinna viene addobbata in sommità con doni e prodotti tipici e gli abitanti si sfidano arrampicandosi fin sulla cima per conquistarli.  La festa è un’occasione in cui l’identità della comunità viene riportata alla luce, partecipata anche dagli emigranti che in paese fanno ritorno. Il film di Cannatà documenta con grande sensibilità le diverse fasi del rito e della festa, raccogliendo le testimonianze dirette dei protagonisti e facendo emergere – attraverso le azioni e i gesti che vi osserviamo –  un’anima profonda e antica, ancora viva tra gli abitanti di Martone. 

La proiezione del film sarà preceduta da una conversazione con l’autore.

 

Nino Cannatà, regista e scenografo, da tempo coniuga la sua ricerca artistica con l’interesse verso la tradizione e la cultura popolare e ha focalizzato la sua attenzione sulle espressioni culturali delle genti della Calabria più remota. 

L’edizione, in uscita il 21 novembre 2016 (libro+DVD) per l’editore Squi(libri) di Roma, è stata patrocinata dal Comune di Martone e dall’Università La Sapienza di Roma. 

La proiezione del film, proposta dalla Biblioteca di Agraria, si colloca in continuità con la celebrazione della giornata nazionale dedicata alla Festa dell’albero. Essa costituisce anche una sorta di prologo al ciclo di seminari programmato dalla stessa BdA per l’AA 2016/17 e avente per tema “Andare/Restare (comunque in movimento)”. 

UNIRChttp://www.agraria.unirc.it/articoli/16842/presentazione-in-anteprima-nazionale-del-film-documentario-a-ntinna-la-festa-arborea-di-martone

Squilibri editorehttp://www.squilibri.it/catalogo/atm-archivio-tradizioni-musicali/nino-cannata-a-cura-di-a-ntinna.html

Trailerhttps://vimeo.com/190242609

FBhttps://www.facebook.com/ANtinna01/?fref=nf&pnref=story

a-ntinna-locandina-web

 

 

 

____________________________________________________________________________________________________

 

COMUNICATO STAMPA
Cittanova 2 agosto 2014

 

GIARDINI MUSICALI – Le Vie della Musica

NICOLA SERGIO piano solo

 

Giardini Musicali ritorna a Cittanova il 4 agosto 2014 alle 18:00 con il concerto al piano solo del compositore e jazzista Nicola Sergio.

Inserito nella rassegna estiva “Le vie della musica”, organizzata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Cosentino, Giardini Musicali 2014 torna a trasformare i giardini della Villa Comunale di Cittanova in un teatro naturale. A due anni dalla prima edizione caratterizzata dall’operazione artistica site specific “CECE’,Flash-move per solista, quartetto e orchestra di clarinetti”, dedicata alla memoria del musicista Vincenzo Furfaro con in scena artisti del calibro di Fabrizio Meloni, primo clarinetto della Scala di Milano, e del tenore Francesco Anile, oltre che da un ensemble di oltre 100 clarinetti provenienti da ogni parte del mondo.

All’interno di un suggestivo allestimento curato fin nei minimi dettagli dagli artisti di Lyriks, quest’anno toccherà a Nicola Sergio condurre il pubblico lungo un viaggio affascinante fatto di emozioni, suggestioni e impressioni poetiche, un percorso di sogno e insieme una ricognizione intorno ai temi dei suoi album “Symbols”ed “Illusions”. Musica jazz, classica e pop coesistono nella poetica di Nicola Sergio, che ne rielabora continuamente il senso e il linguaggio per restituire all’ascoltatore una sorprendente varietà di atmosfere. Tecnica eccellente, stile ricco e coerente, una passione per le sonorità mediterranee e il folclore, il pianista calabrese trapiantato a Parigi riesce a comunicare con le sue melodie un’intensità emozionale tale da lasciare gli ascoltatori con il fiato sospeso dall’inizio alla fine di ogni suo concerto. Un autore raffinato, i cui album sembrano diari di viaggio, resoconti di peregrinazioni in solitaria fra l’Europa, l’Africa e l’Oriente.

Il concerto anticiperà il debutto, in prima assoluta il 21 agosto presso il Roccella Jazz Festival, del progetto multimediale Migrants, una produzione originale Lyriks che nasce dalla sinergia di artisti e professionisti calabresi e che proprio in questi giorni è entrato nella fase di allestimento presso il Polo della Legalità di Cittanova. Musiche originali composte da Nicola Sergio, regia e allestimento di Nino Cannatà, testi e voce narrante di Fabrizio Gatti, Migrants è una ricerca racchiusa in un progetto multimediale dedicato a tutti coloro che hanno vissuto l’emigrazione. Un viaggio emozionale dove la memoria storica viene sollecitata da documenti storici e dalla musica originale di Nicola Sergio, raccolta nel suo prossimo album.

locandina

 

____________________________________________________________________________________________________

 

COMUNICATO STAMPA
Lucca 8 aprile 2014

 

INDACO
Il nuovo CD di Girolamo Deraco e Etymos Ensamble.
in prima assoluta Sabato 12 Aprile  ore 19.00 presso la sede di SPAM Rete per le arti contemporanee di Lucca.

 

…musica da ascoltare con gli occhi

INDACO. Nove brani per flauto, clarinetto, vibrafono e tablet. Sono il risultato della nuova ricerca musicale di Girolamo Deraco e l’Etymos Ensemble. Il nuovo cd in uscita il 12 aprile prossimo. In collaborazione con “CLUSTER – Lucca compositori europei”, presso “SPAM! Rete per le arti contemporanee” di Lucca e pubblicato con le edizioni Retropalco.
Francesco Gatti al flauto e flauto contralto, Tony Capula al clarinetto e clarinetto basso, Matteo Cammisa al vibrafono, Alberto Gatti sound designer, “quarto uomo” fuoriscena nel tour in live che Deraco e l’Etymos porteranno in giro per l’Europa all’indomani dell’uscita del nuovo Cd, sono i musico-teatranti di INDACO.
Il gesto musicale non si contiene tra le partiture e diventa esecuzione, in un album che ancora prima di essere presentato è già in calendario sulla scena dei teatri internazionali. Già fissate, infatti, le date di aprile in Albania, maggio un tour in Germania tra Monaco, Berlino e Stoccarda, giugno Ungheria e luglio a Malta. In Italia ad ottobre al “Festival Rebus”, Teatro dal Verme.
Una produzione tutta made in Italy, registrata presso FMStudio di Lucca, sostenuta da LYRIKS Laboratorio Interdisciplinare Ricerche Artistiche e con la supervisione musicale e la coproduzione affidata a Mauro Fabbri.
         Girolamo Deraco e l’Etymos Ensemble sviluppano e ampliano nuove forme di scrittura per la musica contemporanea. Una performance che grazie a questa collaborazione analizza e approfondisce non solo l’aspetto generativo e tecnico-musicale, ma soprattutto quello drammaturgico-teatrale.
Indaco è, riprendendo le parole del compositore Deraco, “musica da ascoltare con gli occhi”, è capacità di interazione tra l’ascoltatore e il musicista. È moltiplicatore di sensazioni e traduzione delle infinite possibilità offerte dagli input dell’oggi.
Nasce così la musicateatro, una parola composta e nuova, che pone in essere una nuova realtà: quella del musicistattore. Non si parla di musica teatrale e nemmeno di musica di scena. Il musicista diventa egli stesso un attore che mette in recitazione se stesso e il proprio strumento. Modelli contemporanei si fondono nella musica teatrale, che non è solo musica e non è solo teatro. Ma è musica che si fa teatro rappresentativo.
Un vero e proprio laboratorio sperimentale di musica contemporanea, dunque,  capace di tradurre il gesto in linguaggio musicale. Quel gesto necessario all’esecuzione di una nota, un passaggio musicale o addirittura un’intera opera. Protagonista di INDACO è, infatti, il gestosonoro: altro neologismo, coniato per dare lettura delle composizioni contemporanee elaborate dal M° Deraco, che partono dal moto fisico del corpo e lo fanno interloquire con il mondo circostante e diventare musica, sia esso l’archè che il nuovo. È così che ad elementi primordiali, come l’acqua in Anima mea, è accostato il nuovo dettato tecnologico: il tablet, che, come il gestosonoro, va in scena  ed è protagonista dell’interazione musicoteatrale.

 
Etymos Ensemble

Francesco Gatti, flauto e flauto contralto
Tony Capula, clarinetto e clarinetto basso
Matteo Cammisa, vibrafono
Alberto Gatti, sound designer

·   Emotion in motion
   per flauto, clarinetto basso e vibrafono
·   Requiem per un poeta
   per flauto o flauto contralto recitante amplificato e video proiezione
·   Nel mezzo
   per flauto e clarinetto
·   Lunaris
   notturno per vibrafono
·   La ghianda d’oro
   per flauto, clarinetto e vibrafono
·   Inter alia
   per flauto e vibrafono
·   Anima mea
   per clarinetto recitante e tablet
·   Game over
   per clarinetto basso e vibrafono recitanti
·   Indaco
   per flauto/flauto contralto, clarinetto/clarinetto basso e vibrafono
 

Media Partner
Monnalisa Italian Art Magazine

Digital support
AirTurn

Partner
ALDES
Buffet Group
Inakis Sebastian Mallets
LYRIKS – Laboratorio Interdisciplinare Ricerche Artistiche

Sponsor
CLUSTER – Lucca, Compositori europei

Recording
Recorded at FMStudio, co-produced by music supervisor Mauro Fabbri
Mastering by Luca Contini

Produced by
Girolamo Deraco, Etymos Ensemble, Edizioni Sconfinarte, Retropalco s.r.l. – Rovato (Bs)

www.monnalisamagazine.it

www.lyriks.it

 

___________________________________________________________________________

 

COMUNICATO STAMPA

Polistena 27  gennaio 2014


Giornata della Memoria. All’ITIS M.M. Milano di Polistena (RC) “Epicedio degli ebrei assassinati d’Europa”

Una tradizione che all’ITIS M.M. Milano di Polistena diventa percorso innovativo della memoria. L’ “Epicedio degli ebrei assassinati d’Europa” è un happening. Da lunedì 27 gennaio, con inaugurazione alle ore 10:00 a sabato 1 febbraio nei locali dell’Istituto guidato dal Preside Franco Mileto prenderà il via il primo happening italiano dedicato alla Memoria della Shoah, alla presenza di Roque Pugliese, referente della Comunità ebraica di Napoli e dell’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri. É il 27 gennaio. Il rito della “Giornata della Memoria” si ripete ogni anno per dare il valore della memoria alla sofferenza di un popolo, di una cultura nella quale sono fondativi i segni dell’ “andare fiducioso” della Promessa. Una giornata per celebrare le vittime della violenza nazifascista, un giorno deputato al ricordo di una indicibile violenza. “Un percorso -ci dice il Preside Mileto- nato con i ragazzi di questo Istituto, che hanno chiesto un linguaggio diverso dal solito per ricordare. Così da domani, in collaborazione con il supporto di numerose Associazioni del territorio, il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Reggio Calabria e del Comune di Polistena, ci faremo portatori di un ricordo che diventa un percorso e che ha l’intento di provocare l’empatia tra coloro che, con la loro presenza, faranno insieme a noi questo viaggio . Abbiamo trasportato binari, intrecciato ferro spinato, ricreato, con la costruzione di una baracca, i luoghi del massacro e del dolore. Apriremo un libro e metteremo le mani in un pozzo della memoria da cui prendere ed in cui lasciare qualcosa che ricorderà questi giorni. Da qui si snoderà il percorso, tra le scenografie curate da Carlo Tripodi, la lectio sui luoghi della Calabria Ebraica dell’Archeologa Paola Papasidero, la musica e le immagini degli artisti di LYRIKS con la partecipazione del soprano Caterina Francese e dei Nigun Clarinet Quartet, il video documentario realizzato dagli alunni del nostro biennio, guidati dalla responsabile del progetto prof.ssa Pasqualina Furfaro e i numerosi contributi di tutte le associazioni che ci hanno affiancato in questo progetto”. Un territorio, nella piana di Gioia Tauro, che unisce le forze culturali migliori intorno ad una Scuola che elabora e realizza sinergicamente progetti di alto spessore educativo e formativo. Un Epicedio, un lamento di popolo in memoria di qualcuno, questo indica il termine arcaico, greco, usato per la Giornata della Memoria 2014 dall’ ITIS di Polistena, in Calabria. Un invito a non mancare al rito del ricordo. Una partecipazione accorata alla storia, una memoria di passato che si fa testimonianza di presente utile al futuro.

____________________________________________________________________________________________________

 

GIARDINI MUSICALI

 

COMUNICATO STAMPA

Cittanova 30 luglio 2012

A Cittanova tutti uniti nella memoria. Fervono i preparativi per l’originale “Giardini Musicali” in ricordo di Vincenzo Furfaro

Attesi oltre 200 clarinetti per una suggestiva prima assoluta presso la Villa Comunale “Carlo Ruggiero”

Partite le adesioni sul sito web www.lyriks.it per la formazione dell’Orchestra estemporanea di clarinetti guidati da Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e affiancati dai calabresi ormai affermati Nigun Clarinet Quartet. La speciale partecipazione del tenore Francesco Anile completa la seducente formazione presso quel teatro naturale che è la Villa comunale “Carlo Ruggiero” di Cittanova – R.C. (“Monumento Nazionale d’interesse storico–naturalistico” riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Ambientali per i suoi valori naturalistici, urbanistici e artistici.)
Una produzione artistica site-specific dal titolo CECE’, Flash-move per solista, quartetto e orchestra di clarinetti, che vede l’esecuzione (in prima assoluta) di un brano di musica contemporanea del compositore cittanovese Girolamo Deraco (edita da Sconfinarte, Milano), diretta dal M° Mauro Fabbri in un’originale allestimento e con la regia di Nino Cannatà.

L’11 Agosto 2012 Giardini Musicali vuole essere un’originale ed evocativa celebrazione della musica intorno al clarinetto; omaggio all’amico e musicista Vincenzo Furfaro nella ricorrenza del primo anniversario della sofferta scomparsa.
La spontanea partecipazione di un coro di clarinetti radunati per l’occasione in un’Orchestra estemporanea rappresenta la particolarità di un evento ispirato dal millenario retaggio culturale del mediterraneo e dall’antica cultura teatrale-musicale della Magna Grecia.
Come in un grande simbolico abbraccio, il coro di clarinetti si stringe intorno al podio del direttore che si innalza, a spirale, in un allestimento scenico convergente. Il verde dei giardini, la trasparenza dell’acqua che sostiene la scena, la luce che segna il passaggio dell’uomo e del tempo simboleggiano e fanno rivivere l’antico rito, celebrano e rinnovano, come nel teatro greco, il dramma collettivo.
L’innovativa installazione-performance è un requiem omaggio al clarinettista Vincenzo Furfaro, figura umana di grande lealtà ed esempio di cooperazione, legato alle diverse dinamiche e sperimentazioni culturali e musicali del territorio. L’iniziativa viene realizzata attraverso la cooperazione di un nutrito gruppo di associazioni e da diverse professionalità solidali, con la partecipazione di importanti soggetti privati come la Buffet Crampon di Parigi (marchio leader nella produzione di clarinetti), Medcenter Container Terminal del porto di Gioia Tauro, A.I.G. (Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù) con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia e del Comune di Cittanova.

L’iniziativa prevede inoltre un Concerto per ensemble di clarinetti che mira a coinvolgere le numerose orchestre, le associazioni musicali, i direttori e quindi i circa 250-300 clarinetti presenti sul territorio in un programma da definire una volta registrate le adesioni.
Quando la musica si unisce al patrimonio naturalistico si crea un momento magico capace di richiamare musicisti da tutta Italia in un orto botanico di eccezionale bellezza e rarità, unico in tutta la Calabria, che si trasforma in un Giardino musicale della memoria per dare forma ad una nuova espressione artistica proiettata nel futuro.

 

Giardini musicali
11 agosto 2012
CITTANOVA, RC
Villa Comunale “Carlo Ruggiero”

www.lyriks.it

 

Una produzione Lyriks in collaborazione con le associazioni: Villanuccia, Lato 2, Pro-fondazione Carlo Ruggiero, Pro Loco Cittanova, BiCittanova Club, UILDM – Cittanova, Arte e Dintorni, Il Progresso, A. S. Cittanova calcio “Enzo Furfaro”, Amici di Santa Maria, Gruppo Majorettes, Banda Musicale di Cittanova

in collaborazione con:
Buffet Crampon, Paris
MCT – Medcenter Container Terminal, Gioia Tauro
AIG – Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù

con il patrocinio di:
Regione Calabria
Provincia di Reggio Calabria
Comune di Cittanova

direzione artistica Nino Cannatà e Girolamo Deraco

 

LOCANDINA

 

 

PROGRAMMA DI SALA

 

[issuu width=960 height=331 embedBackground=%23ffffff printButtonEnabled=false backgroundColor=%23222222 documentId=120913110010-190afee9254f4b988080d265d0d193ac name=programma_di_sala_giardini_musicali_web username=lyriks unit=px v=2]


 

RASSEGNA STAMPA

 

[issuu width=960 height=690 embedBackground=%23ffffff shareMenuEnabled=true printButtonEnabled=false backgroundColor=%23222222 documentId=120913105952-777d66bb2758493fba5ff3077e6eca7c name=rassegna_stampa_giardini_musicali_2012 username=lyriks unit=px v=2]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Blog Posts
Pages
Categories
Monthly